Ottoni

OTTONI è una linea di gioielli composta da collane, bracciali, orecchini e anelli.

È vero, ho realizzato soprattutto pezzi unici perché qui sta l’avventura e la scoperta di modi d’essere possibili: la creazione di gioielli uno diverso dall’altro traccia l’evoluzione dell’idea arricchendosi di sfumature preziose; ma la produzione industriale mi affascina altrettanto, vedere il progetto che si concretizza e si moltiplica – a volte quasi all’infinito – pronto per essere diffuso. Tra la produzione del pezzo unico e la produzione seriale esiste un “intermezzo”: l’autoproduzione di multipli. La collezione OTTONI nasce in questa modalità come design democratico. Ho utilizzato uno dei più pregiati metalli tra i cosiddetti “non nobili”, appunto l’ottone, metallo in lega dal colore dorato composto da rame e zinco, con prospettiva di creare gioielli dai prezzi contenuti e da indossare quotidianamente.  La conoscenza specifica delle tecniche di lavorazione e produzione dei metalli (dal 1990 sono consulente progettista/realizzatrice di modelli per l’oreficeria e la gioielleria) rende possibile la creazione di gioielli che rivelano la sensualità delle superfici metalliche.

Ancora una volta per me la suggestione del titolo si può ricondurre ad un film: “Pomi d’ottone e manici di scopa” (il film si basa in parte sul romanzo Il magico pomo d’ottone, ovvero come diventare una strega in dieci facili lezioni, di Mary Norton)!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Photo Credit • Creativity Oggetti

L’ottone è un metallo in lega dal colore dorato composto principalmente da rame e zinco; le superfici sono trattate con finiture galvaniche che possono essere in oro, argento, rodio bianco o rodio nero oppure con finitura di forte ossidazione, che connotano i gioielli con colori e sfumature differenti.

La collezione OTTONI/stecco si declina in collane, bracciali e orecchini. Sono singoli elementi rigidi, come segmenti tridimensionali che sembrano scolpiti dall’ascia di un agile boscaiolo. Sono forme scheggiate e graffiate di tre possibili dimensioni, ripetute e collegate tra loro da un cordino elastico che ne rende gradevole l’indossabilità. I perni degli orecchini sono in argento, con finitura galvanica superficiale che si uniforma al colore del gioiello.

La collezione OTTONI/riccio si compone di anelli a fascia e anelli bombati di varie misure.

I volumi sono svuotati dai microcrateri che costellano le superfici trapassandone le forme e frastagliandone i contorni; i forellini, quasi macropori, creano una variabile continua nella tattilità del pezzo e una sfumatura di effetti cromatici di parti cupe e parti luminose accentuate dalle finiture di colore. Qui la lavorazione delle superfici determina la forma:

Nella collezione OTTONI/cerchi il protagonista ha la forma del cerchio in varie dimensioni e con superfici diversificate a creare il set completo di collane, bracciali, anelli e una variabile notevole di orecchini, da indossare – seguendo il mio consiglio – “spaiati”.